Settimana bianca in Val Venosta

Escursioni sulla neve alla scoperta del Lago di Resia

Lontano dalle piste ci sono numerose possibilità anche per chi non desidera sciare. La tranquillità invernale, lo scricchiolio della neve sotto i piedi e le varie escursioni sono le caratteristiche di un’indimenticabile settimana bianca in Val Venosta.

Malga Bruggeralm in Val Zerzer
470 m
4 h
9 km

Forniti di merenda, si parte dalle case dei pescatori e si segue il Lago San Valentino fino ad arrivare il laghetto Faulen See. Superata la chiesetta di San Martino, si opta per il sentiero che introduce alla Val Zerzer per poi raggiungere la Malga Bruggeralm, che non è gestita d’inverno.

Malga Stelvio
335 m
2 h

Da Stelvio seguire la strada forestale direzione Fragges fino al recinto selvatico. Seguire un bel sentiero nel bosco fino a un alpeggio. Per l’escursione, che conduce attraverso un paesaggio incantato, sono sufficienti delle scarpe invernali o le ciaspole.

Muta di Malles

Da Fischerhäuser lungo la pista di sci di fondo si segue il sentiero per Piavenna e Alsago e, passando per Ultimo, si torna verso Burgusio.

Malga di Slingia
150 m
1,5 h
5 km

A soli 2 km dal paese di Slingia, si trova l’omonima malga accessibile sia in estate che in inverno.

Malga Höfer
330 m
2 h
5,8 km

Alla stazione a valle dell’impianto di Watles comincia il sentiero che conduce alla Malga Höfer. Sopra il confine del bosco inizia l’ultima parte del percorso che diventa un po’ più ripido. Arrivati alla meta, la gratificazione è doppia: bellissimo panorama e buona cucina.

Da Resia a Belpiano
420 m
4 h
10,9 km

In direzione Roia, sull’antica carrareccia, si sale fino alla chiesina Fallierteck. Successivamente, si prosegue sulla strada forestale proprio fino a Roia per poi scendere a Pitz attraverso il bosco.

Questo sito prevede l’utilizzo dei cookies per garantire le migliori funzionalità. Si avverte che, in caso di disattivazione, potrebbe non essere garantita la completa funzionalità del sito.
Dettagli
OK
Disattivare